Follow

26 settembre 2016

Segnalazione: Adam di Giovanna Roma

#SPAZIO SEGNALAZIONI

Image and video hosting by TinyPic
TITOLO:  Adam
SERIE: Deceptive Hunters #1
AUTRICE: Giovanna Roma
CASA EDITRICE: Self-pubblishing
GENERE:  Dark romance
DATA PUBBLICAZIONE: 18 agosto 2016
ISBN 9786050438246
PREZZO: € 2,99
PAGINE:   192
LINK DI ACQUISTO: Amazon  iTunes  Kobo  GPlay  Bookrepublic   Rizzoli
BOOKTRAILERYoutube
SINOSSI:  Ho sempre saputo come sarebbe stata la mia vita. La mia storia è stata scritta da qualcun altro e non è certo una trama felice. Solo. Letale. Killer. Circondata dalla feccia della società. Dipendente. Vuota. Niente legami. Fuori dal lavoro non esiste una vita vera per me. Soltanto il baratro. Tutti si proclamano innocenti, finché il mio proiettile non decide per loro. Io vedo cosa nascondono dietro la maschera. Li scopro animali. Poi qualcuno si mette in mezzo e complica le cose. Qualcuno mi ha urlato in faccia e sono stata costretta ad affrontare i mostri nella mia testa. Inizia la caccia. Inizio la fuga. Ora un bivio cambierà per sempre ciò che sono. Ora tutto sarà diverso. Finalmente sarò solo io e nessun'altra. 
OPERE PRECEDENTI: La mia vendetta con te (dark romance); Il Siberiano (dark romance); Il patto del marchese (regency).
PROSSIMA PUBBLICAZIONE: Razov (dark romance).
BIOGRAFIA AUTRICE: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi "La mia vendetta con te, il suo sequel "Il Siberiano" e lo storico "Il patto del marchese".
SEGUITEMI SU:  Pinterest  Blog   Goodreads  @_GiovannaRoma_  Facebook  Gruppo Facebook   G+   Youtube

24 settembre 2016

Serie tv recap - un nuovo appuntamento

Hi readers,
in questi giorni ho avuto un pò di tempo per pensare a cosa proporvi e mi è venuto in mente di non avervi mai parlato delle serie tv che seguo, per questo ho pensato ad una rubrica per aggiornarvi mensilmente su quanto vedo.
Essendo in primo post vi parlerò delle serie tv che sto vedendo attualmente e di quali sono le mie preferite in assoluto mentre nei prossimi appuntamenti vedremoquelle che vorrei iniziare.

Image and video hosting by TinyPic
  • Serie che seguo

The Flash II - Ho iniziato a seguirlo dopo la sua comparsa in Arrow e ne sono rimasta affascinata fin dalla prima puntata, ho visto tutte e due le serie e ammetto che il finale della seconda non mi ha convinto, aspetto comunque di vedere la prossima.

Arrow  IV  - Ho finito di vedere la quarta stagione e sinceramente sta subendo un drastico calo, le prime due serie mi sono piaciute molto ma dalla terza ha iniziato a deludermi.

The originals III  - Mi hanno sempre incuriosito i fratelli Michelson e questa serie è stato un crescere nonostante i 3957234843 tradimenti mi piace molto, Elija rimane il mio preferito.

The vampire diares  VI  -  E' una delle prime serie che ho seguito sono arrivata fino alle sesta stagione ma sono ancora molto dubbiosa se continuarla o no, le prime quattro stagione le ho adorate mentre le ultime due molto di meno.

The agent of shield I  -  La mia amica Elisa mi ha consigliato di vederla e da buon amante della Marvel ho accettato, ho visto tutta la prima stagione e l'ho adorata spero di recuperare anche la seconda.

Merlin II  -  La magia è il mio pane quotidiano, adoro tutte le cose che hanno a che fare con lei compreso Merlino che amo alla follia, sono a metà della seconda stagione e non ne posso più fare a meno.

Sherlock III  -  E' qui ecco che parliamo del mio personaggio preferito, dopo aver visto la prima serie ho comprato il Mammut e ho letto i libri, assolutamente fantastico, adesso sto guardando la terza serie.

Daredevil I -  Non potevo non iniziare quest'altra serie tv della Marvel, mi sta piacendo anche se lo trovo un pò troppo violento.

Shadowhunters I -  Anche i muri sanno che questa è la mia serie di libri preferita quindi non potevo perdermi la serie tv, peccato che alcune puntate mi siano piaciute altre decisamente no.

Le mie serie tv preferite
The flash / Dracula / Una mamma per amica / Gossip girl / The original/Once upton a time in Wonderland / 
Image and video hosting by TinyPic

Questo è tutto per oggi, fatemi sapere cosa 
ne pensate della rubrica e se guardate anche voi queste serie tv.
Noi ci leggiamo al prossimo post,


13 settembre 2016

Recensione: La meccanica del cuore e Il bacio più breve della storia di Mathias Malzieu

Ciao readers,
bentornati nella biblioteca, siamo pronti a ripartire? ormai le vacanze stanno finendo e tutti ci prepariamo per la routine ma dico sempre che se abbiamo un libro in qualsiasi posto siamo sapremo di avere qualcuno ad aspettarci la sera o sui mezzi pubblici.
Oggi vi parlo di due libri molto particolari che ho deciso di recensirvi insieme.


Parigi, una sera al Théâtre du Renard, l’orchestra suona It’s Now or Never. Una ragazza misteriosa e sfuggevole si aggira, lui la nota, cerca in ogni modo di avvicinarla e, quando ormai tutto sembra impossibile, si trovano faccia a faccia e si baciano. Un bacio minuscolo, il più breve mai registrato, e lei scompare. Invisibile, si allontana. Un mistero anche per un inventore come lui che, seppur di indole tendenzialmente depressa, è determinato a rivedere l’eterea e vulnerabile creatura che lo ha ammaliato. Inizia così una ricerca serrata in cui sarà affiancato da due bizzarri personaggi: un detective in pensione, che ha tutto l’aspetto di un orso polare, e il suo stravagante pappagallo. Le invenzioni si susseguono e qualcosa di molto goloso e originale aiuterà il protagonista nel suo scopo. Ormai è chiaro, fra i due è scoccata una scintilla, si è prodotto un cortocircuito. Ma in amore gli artifici non bastano, servono coraggio e temerarietà, doti che entrambi dovranno conquistare se vorranno trovarsi e abbandonarsi l’uno all’altra. Riusciranno i due a superare ostacoli e paure e a vivere il loro amore? 




  Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultargli fatali. L’amore, innanzitutto. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. Jack, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada. E finalmente, due figure delicate, fuori dagli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, La meccanica del cuore è al tempo stesso una coinvolgente favola e un romanzo di formazione, in cui l’autore, con scrittura lieve e punteggiata d’ironia, traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.


Ho deciso di recensirvi questi due libri insieme perchè hanno molti elementi in comune ma soprattutto su di  me hanno avuto due effetti completamente diversi, motivo per cui vi spiegherò cosa è accaduto quando ho letti questi romanzi.
Parto con il dirvi che mi sono prima approcciata al bacio più breve della storia, complice una copertina suggestiva ed una trama molto particolare, la storia tratta del racconto di questo uomo che ha sperimentato un bacio così breve e leggero da sentirlo a malapena ma che è rimasto impresso nel suo cuore e lo porterà a ricercare la misteriosa ragazza servendosi di un pappagallo che ha delle capacità particolari come riconoscere gli odori e i sapori. I due si riusciranno ad incontrare per scoprire che lei diventa invisibile ogni volta che prova delle forti emozioni ma non sarà un problema per i due che continueranno la loro strana storia d'amore fino alla rivelazione finale che lascerà tutti sorpresi.
Ho amato questo libro prima di tutto per lo stile poetico e metaforico che mi ha raccontato una storia, all'apparenza molto semplice, in maniera sublime facendomi viaggiare con la fantasia e coinvolgendomi pagina dopo pagina fino alla fine, è un romanzo strano se così vogliamo dirlo ma racchiude dentro una dolcezza e dei messaggi che non si possono ignorare. Provate ad immaginare come dev essere diventare trasparente appena si prova qualcosa di forte come l'amore, stare con la paura di poter scomparire ma allo stesso desiderare quelle emozioni che ti sconvolgono io  trovo bellissima la metafora per come questo sentimento ci fa sentire.  E' un misto tra fantasia, fiaba e realtà qualcosa che non avevo mai letto prima e mi ha dato l'impressione di stare su una nuvola.
Nella meccanica del cuore ci ritroviamo davanti un bambino Jack nato con un cuore di ghiaccio che per sopravvivere gli è stato inserito un orologio a cucù in modo da farlo funzionare normalmente o quasi, infatti anche in questo caso le emozioni forti sono pericolose per il suo meccanismo perchè potrebbe mandare in tilt le lancette. Tutto cambia quando incontra una cantante sbadata che inciampa continuamente ma con una voce bellissima e farà di tutto per ritrovarla arrivando dall'altra parte del mondo. Nel frattempo frequenta la scuola ma viene preso in giro finchè litiga con un compagno e deciderà di lasciare tutto e andare in cerca del suo amore. Una volta trovata sperimenta questo sentimento dolce e pericoloso che lo farà sentire vivo ma allo stesso tempo lo distruggerà.
Ritroviamo lo stesso stile poetico e metaforico dell'altro libro ma stavolta la storia mi ha deluso, forse perchè ho letto prima l'altro suo romanzo sta di fatto che ho trovato degli avvenimenti completamente fuori luogo come la presenza di Jack Lo squartatore su un treno o il comportamento violento che ha il protagonista nei confronti del suo compagno oppure semplicemente alcuni dialoghi frettolosi e senza  un collegamento tra di loro. Il finale poi mi ha lasciato veramente l'amaro in bocca, l'idea dell'autore era di inserire della atmosfere macabre che io ho non ho percepito anzi alcune cose mi hanno un pò infastidito. Rimane comunque un bel libro con una trama interessante e un stile particolare ma non ha saputo arrivare ad emozionarmi, penso in ogni caso che lo rileggerò in un secondo momento per cercare di cercare di comprenderlo maggiormente.
Il voto per il bacio più breve della storia è 5 gattini su 5


Il voto per la meccanica del cuore è 3 gattini su 5 


Questo è il mio pensiero su questi libri,
sono curiosa di sapere cosa ne pensate e se li avete letti.
Noi ci leggiamo al prossimo post.